Home

Castello di Donnafugata

Il nome, di origine araba, che in "siciliano" diviene Ronnafuata e poi il nome attuale.
Le origini del castello sono invece più recenti del toponimo e risalgono, nel nucleo iniziale (la torre quadrata è uno di questi primi edifici), alla metà del XVII sec., quando il feudo di Donnafugata viene acquistato da Vincenzo Arezzo La Rocca. La costruzione viene continuamente rimaneggiata fino agli inizi del XX sec, quando Corrado Arezzo trasforma la facciata come oggi possiamo vederla.


L'aspetto esterno colpisce per l'elegante loggia in stile gotico-veneziano che troneggia al centro della facciata principale. Gli archi trilobati divengono il motivo ricorrente delle bifore di tutto l'edificio. Il parco ombreggiato da grandi ficus magnolioides, poi da altre specie mediterranee e esotiche (succulente, pini marittimi), o il labirinto in pietra ed alcune "grotte" artificiali dotate di finte stalattiti (sotto il tempietto). Da Visitare Orari di apertura al pubblico:

Lunedi' : giorno di chiusura

Dal martedi' al sabato dalle ore 09.30 alle ore 13.00

Domenica dalle ore 9.30 alle ore 13.00 / dalle ore 15.00 alle ore 18.30

Per informazioni: tel. 0932 619333

(Fonte: Comune.ragusa.it)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra politica sui cookie.

Accetto i cookie da questo sito